Le mostre del week end, tra pittura cinese, Bock e Nasini

A Torino il mito della motocicletta nel dialogo con l'arte

Marzia Apice TORINO

TORINO, 18 LUG - Le personali di Matteo Nasini e John Bock a Pesaro e Milano, la reinterpretazione di Caravaggio da parte di Oliviero Rainaldi a Napoli, e poi le grandi mostre di Torino e Roma, con gli approfondimenti sul mito della motocicletta nel rapporto con l'arte e sulla pittura cinese contemporanea: ecco le mostre più interessanti che si potranno visitare nel prossimo week end.

TORINO - Il chopper di Easy Rider, la Triumph Bonneville che Steve McQueen guidava ne La Grande Fuga. E poi i bolidi da gran premio, la MV Agusta di Giacomo Agostini, la Yamaha di Valentino Rossi e la Ducati di Casey Stoner. Sono solo alcuni degli oltre cinquanta modelli di moto esposti nella mostra "Easy Rider. Il mito della motocicletta come arte", in programma alla Reggia di Venaria negli spazi della Citroniera delle Scuderie Juvarriane dal 18 luglio al 24 febbraio. In 9 sezioni, le motociclette dialogano con importanti opere di arte contemporanea, firmate da artisti del calibro di Antonio Ligabue, Mario Merz, Alighiero Boetti e Pino Pascali.

MILANO - Il mondo eccentrico e surreale di John Bock (Gribbohm, 1965) sarà protagonista alla Fondazione Prada di "The Next Quasi-Complex", mostra che l'artista tedesco ha concepito per gli spazi del Podium. Allestito dal 18 luglio al 24 settembre, questo progetto presenta due grandi installazioni, il palco mobile di When I'm Looking into the Goat Cheese Baiser (2001) e il salotto di Lütte mit Rucola (2006). I lavori riflettono la pratica artistica di Bock, che combina elementi performativi alla scultura e a installazioni site specific per creare contesti illogici e spiazzanti a cui il pubblico è chiamato a partecipare.

ROMA - Week end di apertura per "Risonanza cinese", la più ricca mostra di pittura a olio cinese mai allestita a Roma, in programma al Vittoriano dal 19 luglio al 9 settembre. Esposte al pubblico oltre 150 opere di 62 artisti che raccontano l'evoluzione della pittura cinese contemporanea, anche grazie al confronto con le correnti pittoriche europee e agli scambi tra artisti occidentali e orientali. Inoltre, il percorso documenta i profondi cambiamenti in campo sociale e culturale che hanno contraddistinto la Cina negli ultimi 30 anni.

PESARO - Si intitola "Neolithic Sunshine" la prima personale di Matteo Nasini in un'istituzione museale italiana, allestita alla Fondazione Pescheria - Centro Arti Visive dal 21 luglio al 7 ottobre. Proponendo un salto indietro nel tempo di 30 mila anni (epoca a cui risalgono i primi ritrovamenti di parti animali impiegate come strumenti musicali), la mostra si compone di opere scultoree e installazioni sonore che affrontano alcuni temi centrali nella ricerca di Nasini, come il suono e le sue origini, l'impiego di pratiche manuali lente, la sperimentazione tecnologica.

NAPOLI - Negli ambienti del Pio Monte della Misericordia arriva il progetto espositivo "Le otto opere di Misericordia" (18 luglio - 30 settembre), nel quale Oliviero Rainaldi rivisita uno dei più grandi capolavori della storia dell'arte qui conservato, Le Sette opere di Misericordia dipinto da Caravaggio nel 1607. L'artista si propone di completare il lavoro di Caravaggio, come se la sua opera fosse l'estensione naturale profusa dalla luce del quadro.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA