Interior design e vacanze, fascino mediterraneo o semplicità scandinava?

Redazione ANSA

ROMA - Per una vacanza rigenerante e all’insegna del relax spesso non basta scegliere una destinazione tranquilla e poco affollata, ma anche lo stile e l’arredamento dell’alloggio prenotato sono elementi molto importanti. Soggiornare in una struttura con interni curati e di stile ha un impatto positivo, come conferma il 69% dei viaggiatori intervistati, che hanno sottolineato come trovarsi in un ambiente arredato con gusto abbia contribuito a farli sentire rilassati durante la vacanza.

Interni e arredamento di stile sicuramente rendono un viaggio ancora più piacevole, e non è poi così difficile, al tuo ritorno, prendere ispirazione per dare un tocco in più alla tua casa. Una ricerca condotta da Booking.com ha rivelato i trend relativi all’interior design delle strutture ricettive che più hanno colpito quasi 19.000 viaggiatori provenienti da tutto il mondo:

1. Fascino mediterraneo (57%) - Uno stile senza tempo, che con la sua ricca palette di colori freddi e minimal ci spinge a fantasticare di rilassanti crociere in un mare sconfinato. Caratteristiche principali di questo trend sono le ceramiche decorate, i tessuti naturali dalla texture grezza (come il lino), gli elementi di arredo in legno massello e pavimenti in terracotta.*
2. Semplicità scandinava (53%) - Le parole chiave di questo vero e proprio movimento sono linearità, minimalismo, funzionalità e bellezza. Legno chiaro, forme pulite e precise dagli angoli stondati, abbondanza di luce naturale e pochissimi accessori sono gli elementi principali di questo stile, che affonda le proprie radici in una solida tradizione artigianale.
3. Case di campagna (42%) - Il look da “casa nella prateria” è definito dall’utilizzo di materiali grezzi e naturali, massicci e resistenti, come gli arredi in legno massello e i pavimenti in pietra, che regalano un’atmosfera calda e confortevole. Non devi aver paura di usare i tuoi elementi di arredo, che anzi guadagnano ancora più carattere se davvero vissuti e in grado di rievocare il passato con una punta di romanticismo e nostalgia.
4. Zen giapponese (34%) - Gli interni giapponesi sono famosi per essere funzionali al massimo, probabilmente come diretta conseguenza della filosofia buddista che invita a un’estetica semplice e senza fronzoli. Gli spazi sono progettati con attenzione per sfruttare al meglio tutte le loro potenzialità, e ogni elemento riveste una funzione e un compito preciso. L’approccio “less is more” di sapore minimalista è evidente nella scelta dei colori neutri e dei toni naturali e caldi, spesso accompagnati da linee geometriche elementari e pulite e da verde curatissimo.
5. Stile urban chic (27%) - Finestre a tutta altezza che si affacciano su skyline da brivido, mattoni a vista e pavimenti in legno massello sono presenti in tutte le case progettate secondo questo stile urbano, lusso cittadino nella sua espressione migliore. Aspettati di trovare ambienti open space, arredamento quasi fuori scala e con una personalità molto forte, come lampadari importanti e pezzi d’arte che faranno a gara per attirare la tua attenzione.

Altri trend molto popolari tra i viaggiatori includono lo stile vintage parigino (con gli sfarzi di splendidi pezzi d’arredo antichi), lodge alpini all’insegna del comfort (ispirati dalle foreste e dalle cime innevate) e l’eleganza medio-orientale (design colorato e ricco di tessuti e texture diverse). Il trend Boho-chic (stile eclettico e hipster) è risultato più apprezzato dal sesso femminile (18% contro il 10% degli uomini), mentre lo zen giapponese è il preferito tra i partecipanti al sondaggio di età compresa tra i 18 e i 24 anni (42% contro un totale del 34%).

Prendi ispirazione dal tuo viaggio e rinnova la tua casa

Oltre metà (il 56%) dei viaggiatori ha confermato come il design e l’atmosfera della struttura scelta per le loro vacanza li abbia ispirati al rientro a lavorare un po’ sulla loro casa: per il 21% è stata proprio la possibilità di soggiornare in un luogo dal design particolare a far scattare la scintilla, mentre il 27% ha indicato come vivere altre culture e stili di vita li abbia spinti a cambiare qualcosa una volta tornati a casa.

Portare un po’ della tua vacanza nella tua vita di tutti i giorni non significa imbarcarsi in un progetto di ristrutturazione radicale: ci sono modi molto più semplici e immediati per farlo, come ad esempio acquistare un oggetto o un elemento d’arredo durante il viaggio. Di solito, i viaggiatori tendono ad acquistare oggetti creati dagli artigiani locali (per il 48%), piccoli souvenir, come calamite per il frigorifero (per il 40%), opere d’arte di artisti locali (31%), soprammobili e ornamenti (26%), cuscini e tessili (24%) e accessori per la cucina (24%).

Per chi non vede l’ora di rimboccarsi le maniche e ridecorare la propria casa seguendo questi trend, Booking.com ha creato, in collaborazione con lo studio Render Atelier, immagini 3D e rendering di questi stili molto apprezzati, per dare subito un’idea di come potrebbe essere il risultato finale, in base a gusti e preferenze.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: