Le porte al cielo di Elio Silvestri in mostra alla Biblioteca Angelica

Un viaggio favoloso fra il mito e la storia

Redazione ANSA

ROMA - "Quante porte al cielo ha dipinto Elio Silvestri? L’immersione del passato nella luce del presente ritrova nella coscienza la felicità dell’evento. Nel giorno di San Valentino ci tiene a chiarire la sua posizione: piccolissimo aveva portato a Roma la dolcezza del vivere veneto. Un viaggio favoloso fra il mito e la storia, con una lira variata di suoni. Non basta guardare. Bisogna capire, interpretare, scoprire, ragionare. La porta è aperta all’immaginazione e crea una favolosa famiglia mitologica fondendo figure del passato, foggiate sul modello antico, e natura a formare divinità sconosciute che aleggiano fra terra e cielo…". Con queste parole la storica dell'arte Luigina Bortolatto descrive l'opera del maestro Elio Silvestri che fino al 19 febbraio espone nella mostra Janua Coeli la ricerca originale e vivace condotta in una vita intera nell'incanto della Biblioteca Angelica di Roma.

JANUA COELI di ELIO SILVESTRI
Galleria della Biblioteca Angelica
Via di Sant’Agostino, 11 Roma
FINO AL 19 FEBBRAIO
Lunedì                         ore 10-16
Dal martedì al venerdi  ore 10-19
Sabato                        ore 10-14 e 16-19
Domenica                    ore 16-19

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA