Alla scoperta dei nuovi siti patrimonio Unesco

Redazione ANSA

GULANGYU (CINA) - Nel mondo sono oltre un migliaio i patrimoni dell’umanità, e ogni anno l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura riceve svariate decine di candidature per nuovi siti. Per essere selezionato, il sito deve essere di inestimabile valore e rientrare almeno in uno dei dieci rigidi criteri richiesti. Quest’anno l’Unesco ha annunciato 21 nuovi siti patrimonio dell’umanità, di cui 3 naturali e 18 culturali, disseminati in vari angoli del pianeta, dai ghiacci della Groenlandia al deserto del Kalahari, dalle Ande ai templi cambogiani.

Per celebrare l’introduzione di queste nuove meraviglie culturali e naturali, Booking.com ha selezionato alcuni dei siti più straordinari, a volte situati in zone piuttosto remote, ma sempre nei pressi di una struttura in cui poter soggiornare.

Los Alerces National Park (Argentina)
Il parco nazionale di Los Alerces sorge sulle Ande, nella provincia argentina di Chubut ed è una delle nuove aree naturalistiche protette dall’UNESCO. Il nome deriva dai numerosi “alberi alerce” che lo popolano, in un paesaggio composto da vaste foreste, prati alpini e meravigliosi fiumi e laghi. Il parco ospita anche diverse specie in via di estinzione, come la lontra provocax, lo huemul della Patagonia e il cervo puda puda.
Dove soggiornare: Laguna Larga Lodge Lago Futalaufquen - Il Laguna Larga Lodge è situato in una tenuta di 120 ettari all’interno del parco nazionale, a poco meno di 5 km dallo splendido lago di Futalaufquen e a pochi passi dal lago di Laguna Larga. 

Zona del tempio di Sambor Prei Kuk, sito archeologico dell’antica Ishanapura (Cambogia)
Isanapura era la capitale del regno di Chenla, fiorito tra la fine del VI e l’inizio del VII secolo. Oggi è ancora possibile ammirare le rovine di decine di templi ed edifici presso il sito archeologico di Sambor Prei Kuk nella provincia di Kompong Thom. L’architettura e l’arte che si svilupparono in questi luoghi posero le basi per l’inconfondibile stile Khmer del periodo Angkor, che si riconosce nei templi a forma ottagonale e nei colonnati, architravi e frontoni meravigliosamente decorati.
Dove soggiornare: Sambor Village Hotel Kompong Thom - Affacciato sul pittoresco fiume Stung Sen, il Sambor Village Hotel sorge a meno di 600 metri dal centro di Kompong Thom e a 40 minuti in auto da Sambor Prei Kuk. Secondo i viaggiatori di Booking.com, questo è l’hotel con il miglior rapporto qualità-prezzo a Kompong Thom.

Gulangy, uno storico insediamento internazionale (Cina)
Isoletta situata nell’estuario del fiume Chiu-lung, al largo della costa dello Xiamen, Gulangyu vide arrivare i primi visitatori stranieri nel 1842, quando il porto di Xiamen fu aperto al commercio internazionale, e nel 1903 divenne addirittura un insediamento internazionale. Questo scambio culturale è visibile negli eccezionali stili architettonici dell’isola, come l’Amoy Deco. Con oltre 10 milioni di visitatori all’anno, Gulangyu è una nota meta turistica ed è raggiungibile in traghetto dal centro di Xiamen in soli 5 minuti. L’accesso ad auto e biciclette è vietato.
Dove soggiornare: Flower Yard Inn Xiamen Gulangyu Anhai Garden Branch. Situata a Guilangyu, a meno di 2 km dal porticciolo dei traghetti di Huangu, questa locanda si trova a non più di 4 km dal tempio di Nanputuo, che può essere visitato con una delle escursioni organizzate dallo staff. E' una delle strutture con le migliori recensioni degli ospiti per la posizione.

Taputapuātea (Polinesia francese)
Taputapuātea è un comune della Polinesia francese che si estende sulla parte orientale dell’isola di Ra’iatea. È considerato il centro del triangolo polinesiano ed è formata da Avera, Puohine e Opoa, dove si può ammirare il “marae”, luogo sacro che rappresenta un centro cerimoniale, politico e funerario per il popolo Ma’ohi. Fondato 1000 anni prima dell’era volgare e restaurato nel 1994, consiste di un ampio cortile pavimentato e affacciato sul mare, di una grande pietra verticale e di diversi tiki. È uno dei marae più grandi e importanti del mondo.
Dove soggiornare: Fare Oviri Lodge Opoa - Il Fare Oviri Lodge affaccia sulla propria spiaggia privata e offre bungalow in stile polinesiano con patio privato e una splendida vista sulle montagne e sul mare. La struttura ha ottime recensioni per la gentilezza dello staff! L’Oviri Lodge dista poco meno di 5 km dal marae di Taputapuātea.

Cattedrale e Monastero dell’Assunzione sull’isola-città di Sviyazhsk (Russia)
Sviyazhsk è un’isola e una città della Repubblica del Tatarstan, in Russia, fondata nel 1551 da Ivan il Terribile e utilizzata come avamposto per la sua conquista del Kazan Khanate. In origine non era un’isola, ma quando fu creato il Bacino di Samara, i terreni tutt’intorno furono inondati. Esiste tuttavia una strada che ancora collega Sviyazhsk alla terraferma. Sull’isola si trovano la Cattedrale e il Monastero dell’Assunzione, entrambi risalenti al XVI secolo. La cattedrale è caratterizzata da affreschi originali, tra gli esempi più rari di pittura muraria ortodossa orientale.
Dove soggiornare: Hotel Complex Dejavu Innopolis  - L’Innopolis Hotel Complex Dejavu si trova a Innopolis, un parco tecnologico che ha acquisito lo status di città nel 2014. Situato a 30 minuti in auto da Sviyazhsk e Kazan, è apprezzato particolarmente per la posizione.

Paesaggio Culturale del Khomani (Sud Africa)
Il Paesaggio Culturale del Khomani si trova nel deserto del Kalahari, nell’Africa meridionale, ai confini con la Namibia e il Botswana. Il popolo nomade ǂKhomani San fu il primo a insediarsi in Sudafrica e imparò ad adattarsi alle dure condizioni climatiche del deserto e ad altre caratteristiche geografiche dell’ambiente. Imperdibile una visita al Kalahari Gemsbok National Park per farsi un’idea del Paesaggio Culturale del Khomani.
Dove soggiornare: Xaus Lodge, Parco transfrontaliero Kgalagadi - Lo Xaus Lodge si trova nel Kalahari Gemsbok National Park, che fa parte del Parco transfrontaliero Kgalagadi. Il lodge è proprietà di alcune comunità autoctone sudafricane e gli chalet sono progettati secondo il modello delle dimore tradizionali e una vista sulle diverse specie animali nell’acqua. È possibile esplorare la vegetazione circostante o visitare il villaggio del popolo San. Gli ospiti di Booking.com hanno apprezzato la gentilezza dello staff.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA