Inizio d'autunno lungo il Ticino, appuntamenti e passeggiate d'arte a Pavia

Appuntamenti e passeggiate artistiche nel centro storico e nei parchi di Pavia

di Ida Bini

PAVIA - Aristocratica, romantica e colorata: Pavia, città d’arte lungo il Ticino a 40 chilometri da Milano, si scopre a piedi lungo le stradine strette e acciottolate del centro, tra le eleganti e ordinate piazzette che ospitano atelier e librerie, botteghe, enoteche e pasticcerie, chiese romaniche e palazzi antichi dalle facciate di mattoni rossi. In questo inizio d'autunno, poi, si assiste alle ultime rassegne enogastronomiche e all’apertura di nuove mostre, agli inviti a scoprire il fiume in battello e, a piedi, i suoi parchi.

Dal 23 al 26 settembre la Camera di Commercio organizza l’evento Autunno Pavese Doc, in programma lungo le antiche mura e nel cortile del castello Visconteo con stand dei produttori, un’area per le degustazioni e uno spazio dedicato agli spettacoli; per l’occasione il cortile si illumina con le sculture di luce di Marco Lodola. Fino al 18 dicembre, inoltre, le scuderie del castello ospitano più di 50 opere di Renato Guttuso: la mostra Guttuso. La forza delle cose è dedicata all’impetuosa espressività delle nature morte del maestro siciliano.

Per conoscere il patrimonio artistico e culturale di Pavia si può partire da piazza della Vittoria, cuore della città antica, da dove si raggiungono a piedi i principali monumenti: il Duomo con la Torre, il castello e piazza Leonardo da Vinci, dove si trovano i resti delle molte torri della città medievale. Superato il Duomo si arriva alla basilica di san Teodoro, ricca di affreschi, in particolare quello della Veduta di Pavia, realizzata nel 1522 da Bernardino Lanzani. Non lontano sorge la basilica romanica di san Michele Maggiore: la facciata è impreziosita da splendidi rilievi e all’interno conserva mirabili sculture con le storie bibliche narrate dai capitelli.
Per i visitatori più tecnologici c’è la possibilità di scaricare dalle pagine web della città (www.vivipavia.it) le audio guide che conducono alla scoperta della storia dell’arte della città: dal castello alla bellissima certosa dei Visconti che sorge a nord di Pavia, passando per il centro storico.

Anche i parchi che circondano la città lungo il Ticino sono tutti da scoprire, soprattutto in bicicletta grazie alla fitta rete di piste ciclabili: i luoghi più amati sono il parco Ticinello, sulla riva sinistra del fiume, lungo via Montebello della Battaglia, e il parco Vul, sulla riva opposta tra il ponte Coperto e quello della Libertà. Nel grande parco del Ticino vale la pena passeggiare nell’oasi Bosco Negri, area naturalistica gestita dalla Lipu, ma c’è anche il parco della Sora, che sorge a nordovest di Pavia, dove i cittadini vanno a prendere il sole o a fare pic-nic immersi nella natura più tranquilla. Infine, tutte le domeniche e i festivi, c’è la possibilità di imbarcarsi su un battello che dal lungoticino Sforza naviga per un’ora lungo il fiume e permette di ammirare dall’acqua le bellezze artistiche e naturalistiche di Pavia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA