Callas e Roma, una voce in mostra

A 40 anni scomparsa Divina, omaggio al decennio nella capitale

Redazione ANSA ROMA

ROMA - La città eterna e la Divina. Un grande amore, burrascoso, costellato di applausi e clamorosi addii. In conclusione dei tanti omaggi che il mondo ha dedicato a Maria Callas per i 40 anni della scomparsa (1923-1977) debutta Callas e Roma - Una voce in mostra, racconto di quei 10 anni, tra il 1948 e il 1958, che legarono la soprano alla capitale, dal 12/12 al 21/1 allo Spazio Eventi Tirso di Roma. Una mostra in cui il racconto è guidato, eccezionalmente, proprio dalla voce inconfondibile della Divina. Il progetto nasce infatti dall'incontro tra musicaPERformare e Giovanna Lomazzi, amica, assistente e memoria storica della Callas e si snoda sulle note di registrazioni storiche, alcune delle quali venute alla luce solo recentemente. Tra documenti inediti, immagini, bozzetti e costumi, si parte con la Roma che accolse la Callas, fino allo scandalo del '58 e l'interrogazione parlamentare per il suo rifiuto di tornare in scena a metà della prima della Norma.
    Tornerà a Roma solo nel '69, per la Medea di Pasolini

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA