Annuario vini di Luca Maroni, miglior passito è il Ben Ryé

Rallo, premio ripaga sacrifici di viticoltura eroica Pantelleria

Redazione ANSA PALERMO
(ANSA) - PALERMO - Il passito di Pantelleria di Donnafugata Ben Ryé secondo Luca Maroni, tra i più autorevoli critici enologici italiani, è il miglior vino d'Italia della sua categoria e per il terzo anno consecutivo ha un punteggio di 99/100. Ben Ryé è "un capolavoro viticolo quanto enologico, stabilmente tra i migliori vini dolci del mondo. Chapeau." scrive Maroni nel suo Annuario dei Migliori Vini Italiani 2020, che si ispira al principio per cui "la qualità del vino è la piacevolezza del suo sapore".

"Siamo felici di veder premiato il Ben Ryé come simbolo dell'eccellenza italiana nel mondo - dice Antonio Rallo, wine-maker dell'azienda di famiglia - Riconoscimenti come questo ripagano i sacrifici della viticoltura eroica di Pantelleria dove la coltivazione della vite ad alberello patrimonio Unesco rende unico il Passito ed il paesaggio dell'isola."
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie