Gavi prepara il festival del 'vigneto 4.0'

All'inizio di giugno organizzato da Consorzio di tutela

Redazione ANSA ALESSANDRIA

(ANSA) - ALESSANDRIA - Droni che sorvolano le colline per mappare la vigoria dei vigneti, trattori con gps per fornire all'agricoltore dati ultra-precisi di quando e dove trattare le malattie della vite, un sistema di sensori che monitora a infrarossi il suolo per evitarne l'impoverimento. Per il festival del Gavi, all'inizio di giugno, il Consorzio di tutela di questo vino bianco piemontese che nasce al confine con la Liguria ha messo a punto un programma da vigneto 4.0.

Si illustreranno anche le etichette che parlano, con un QR code che traccia tutti i passaggi produttivi del vino - possibile grazie alla blockchain ('catena di blocchi') - dall'arrivo dell'uva in cantina alla bottiglia sullo scaffale. A Gavi si presenterà lo 'Smart Wine', primo osservatorio sull'uso e l'impatto delle tecnologie digitali nella filiera integrata del vino in vigna, in cantina, nella distribuzione e nella comunicazione. L'appuntamento in occasione della 5a edizione del 'Premio Gavi La Buona Italia'. Si farà il punto sulle rivoluzioni digitali che stanno trasformando il settore vitivinicolo italiano, con i pionieri e i protagonisti del cambiamento hi-tech del mondo wine. "Un mercato, quello dell'innovazione tecnologica delle filiere vitivinicole - spiegano gli organizzatori - che ci si aspetta in grande crescita nei prossimi anni, anche in seguito ai cambiamenti climatici". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA