Vinitaly: Marche festeggiano 50 anni Doc Bianchello Metauro

A Verona con 144 aziende e 255 etichette nella 'Terrazza Marche'

Redazione ANSA ANCONA
(ANSA) - ANCONA, 2 APR - Le Marche tornano a Vinitaly "con un impegno orientato alla promozione del territorio in una prestigiosa vetrina internazionale". Lo ha detto la vicepresidente della Regione Marche e assessore all'Agricoltura Anna Casini, presentando i dati della partecipazione alla rassegna di Verona, con 144 aziende marchigiane e 255 etichette da gustare nella "Terrazza Marche", all'interno dello stand istituzionale. Quest'anno verranno festeggiati i 50 anni della Doc del Bianchello del Metauro, confermando una tendenza consolidata negli ultimi anni: "Bianchi" prodotti di punta (Verdicchio, Pecorino, Passerina in testa), affiancati da 20 denominazione autoctone dalla forte identità territoriale e un biologico in crescita che consolida le Marche seconda realtà italiana per incidenza Bio sul totale della superficie vitata. Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha sottolineato l'impegno nella valorizzazione dei vitigni locali che fanno parte della ricchezza enologica marchigiana, ribadendo "il sostegno ai viticoltori che valorizzano questo settore dell'agricoltura locale, orientato all'export, con valori economici importanti". Con 20 denominazioni (15 Doc e 5 Docg) e un'indicazione geografica tipica (Igt), le Marche del vino esprimono un fatturato di quasi 150 milioni di euro, contano oltre 14.200 aziende cin una superficie complessiva di 17 mila ettari a livello regionale. la produzione 2018 ha contato su quasi 52 milioni di bottiglie di etichette a denominazione di origine. Il presidente della Camera di commercio delle Marche Gino Sabatini e i rappresentanti Consorzi di tutela hanno sostenuto l'impegno a promuovere il brand Marche a Verona. Dal 7 al 10 aprile i viticoltori marchigiani saranno presenti alla 53a edizione della manifestazione nel Padiglione 7, su una superficie espositiva di 2.500 mq. Ospiterà 71 aziende nella collettiva della Regione Marche (57 coordinate dall'Istituto marchigiano di tutela vini e 14 dal Consorzio vini piceni). A queste se ne aggiungono altre 69 che hanno fatto la scelta di presentarsi in stand autonomi, avendo ormai acquisito forza e capacità per affrontare questo evento. Insieme alla Camera di commercio delle Marche, altre 20 saranno presenti a Sol&Agrifood, Salone internazionale dell'agroalimentare di qualità. Tra le novità dell'edizione 2019, il convegno, promosso insieme all'associazione "Le donne del vino", per valorizzare il ruolo femminile nello sviluppo del settore enologico. Inoltre, la prima monografia su una regione, le Marche, firmata da Valoreitalia (società leader per la certificazione di vini) verrà presentata a Verona. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA