Vino: Rossi, Toscana supera campanili con Avito

(V. 'Vino: Avito, aumentare...' delle 17.23)

Redazione ANSA FIRENZE
(ANSA) - FIRENZE, 29 MAR - "L'Italia del vino sta competendo bene sui mercati esteri, la Toscana primeggia per export nel panorama nazionale e ora anche tutti i consorzi vinicoli toscani si sono messi insieme. Per la Toscana dei campanili è un evento straordinariamente bello, a dimostrazione che in questa terra tutto può accadere". Lo ha detto il presidente della Regione Enrico Rossi, intervenendo al termine del primo Cda di Avito, l'associazione che riunisce i consorzi vitivinicoli toscani, svoltosi stamani nella sede della Toscana. "Avere un unico interlocutore aiuta l'elaborazione di strategia e il confronto sulle politiche attuate - ha commentato ancora Rossi -. I nostri vini piacciono ma dobbiamo trovare il modo per essere ancora più presenti sui quei mercati". "Fare promozione tutti assieme è vera innovazione - ha aggiunto l'assessore all'agricoltura, Marco Remaschi -: è la strada giusta per promuovere la Toscana e i suoi prodotti senza che i campanili creino divisioni, decidendo insieme le strategie e utilizzando al meglio le risorse a disposizione, con l'obiettivo di creare anche occupazione". Ad Avito aderiscono sedici consorzi di denominazione a cui fanno capo cinquemila imprese, oltre ventimila addetti e un fatturato di oltre un miliardo di euro. Al termine del Cda di Avito è stata presentata anche un'anteprima di una ricerca dell'opinionista Klaus Davi sulla percezione del vino e brand toscano sui quotidiani all'estero.

L'Italia emerge più della stessa Francia e Chianti, Brunello e supertuscan sono i più citati. La visibilità in ascesa è superiore alla crescita delle stesse esportazioni, grazie anche a testimonial spontanei amanti dei vini toscani, come gli attori George Clooney e Brad Pit, il cantante Sting, Michelle Obama, Keanu Reaves, Angelina Jolie e Tony Blair. Nel complesso emerge che la Toscana è un vero e proprio Brand, un 'marchio' immediatamente riconoscibile che nessun'altra regione italiana può vantare, e gran parte di questo successo è dovuto al vino, che è riconosciuto come uno dei prodotti che rappresentano maggiormente la tradizione e l'unicità della regione, consolidando nel tempo la propria posizione di locomotiva di tutto il settore agroalimentare italiano.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA