Il vino di Sting fra i rossi della Top 100 di Wine Spectator

Stampa evidenzia successo produzione vigneti toscani artista

Redazione ANSA LONDRA

LONDRA - Entra nella lista dei 100 rossi migliori dell'annata uno dei vini prodotti da Sting nella sua proprietà in Toscana, tra Firenze e Siena. A decretarne il trionfo e' il giudizio di Wine Spectator, 'bibbia' Usa degli appassionati del bicchiere, come evidenzia oggi il giornale britannico Daily Telegraph.

Non solo. A 10 anni dell'inizio dell'attivita' di viticoltore con la moglie Trudie Styler, osserva il Telegraph, l'autore di 'Message in a Bottle' e' stato invitato a presentare le sue migliori etichette anche a Verona ad aprile nell'ambito di quello che il quotidiano londinese definisce "l'esclusivo evento di assaggio di vini" che tradizionalmente raduna ogni anno nella citta' scaligera "celebri produttori italiani le cui famiglie sono nel business da secoli".

"Sting e' rimasto sorpreso di essere incluso nella lista e credo che ne sia molto felice", ha commentato Paolo Caciorgna, enologo italiano che lo ha aiutato a far nascere e ad affinare la produzione vinicola nella tenuta seicentesca del Palagio rilevata dal musicista ed ex frontman dei Police nel 1999 dal duca Simone Vincenzo Velluti Zati di San Clemente.

Un'attività, nota ancora il Telegraph, sulle cui orme in questi anni si sono messe anche altre celebrities: da Francis Ford Coppola a David Beckham (entrambi viticoltori per hobby in California) fino ad Angelina Jolie e Brad Pitt (i quali hanno invece scelto la Provenza).(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA