Dazi: nasce l'hashtag #iostocolparmigiano

Consorzio, 25% dell'impatto su agroalimentare su Re dei formaggi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - Alla vigilia dell'entrata in vigore dei dazi Usa con il 25% dell'impatto sull'agroalimentare sarà sul Parmigiano Reggiano che accuserà il colpo più duro, come sottolinea in un una nota il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano, nasce l'hashtag #iostocolparmigiano.

Una vigilia carica di tensioni per il Consorzio del Parmigiano Reggiano col 'Re dei formaggi', lamentano allevatori e produttori, che nulla ha a che fare con la disputa Airbus-Boeing e che si trova a pagare un dazio ingiusto per una questione che non riguarda affatto l'agroalimentare italiano. "Se i prodotti italiani saranno colpiti da un dazio aggiuntivo di circa 117 milioni di euro (fonte: ICE), sarà la Dop Parmigiano Reggiano - sottolinea il Consorzio - ad accusare il colpo più duro, in quanto il 25% dell'impatto complessivo Italia andrà a ricadere proprio sul Re dei Formaggi".

Il dazio sul Parmigiano Reggiano passerà dagli attuali 2,15 dollari al chilo a circa 6 dollari al chilo. Se oggi il costo del formaggio è pari a circa 40 dollari al chilo, da domani a scaffale sarà ben oltre 45 dollari al chilo.

Difficile, al momento, prevedere quali saranno gli effetti immediati delle tariffe. "Siamo amareggiati perché si va a colpire ingiustamente uno dei settori più forti della nostra economia. L'Italia si trova a pagare una bolletta veramente insensata. A questo punto servirà un piano di intervento straordinario dell'Unione Europea - un sostegno per assorbire il colpo rilanciando azioni di sviluppo - per evitare che gli effetti dei dazi diventino traumatici per la nostra filiera" commenta Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano.

Nel frattempo, sottolinea il Consorzio di Tutela del Parmigiano Reggiano Dop, sono state diverse le testimonianze di solidarietà nei confronti del Parmigiano Reggiano: la Ministra Bellanova ha inviato a Trump un tweet con una foto di uva e Parmigiano Reggiano, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, con tutta la sua giunta, si è fatto immortalare indossando la t-shirt "Io Sto col Parmigiano", su instagram e facebook migliaia di consumatori hanno testimoniato affetto e solidarietà nei confronti della gente del Parmigiano Reggiano postando immagini accompagnate dall'hashtag #iostocolparmigiano.

Un comparto che dà lavoro a 50 mila persone e che si trova colpito nel suo secondo mercato export, dove ogni anno si vendono oltre 10 mila tonnellate di prodotto. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA