Export latte e derivati a 3,1 miliardi, +10% nel 2017

Continua calo mercato interno. Assolatte, colpa anche fake news

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) -  Il 2017 è stato un anno "brillante" per le esportazioni di formaggi italiani: lo rivelano i dati presentati da Assolatte in occasione della sua 73esima assemblea annuale, a Milano. Nel 2017, afferma l'associazione, l'export del comparto lattiero-caseario italiano è cresciuto del 10% rispetto all'anno precedente, raggiungendo in valore i 3,1 miliardi di euro. I formaggi restano la 'punta di diamante' dell'export lattiero-caseario italiano: nel 2017 è stata raggiunta la cifra record di 412mila tonnellate vendute all'estero, generando un giro d'affari di 2,6 miliardi pari all'87% del valore complessivo dell'export di tutto il comparto.

La mozzarella si conferma il formaggio italiano più apprezzato all'estero (+10% rispetto al 2016) mentre fuori dall'Italia si assiste al 'boom' della bufala campana dop, con oltre il 30% della produzione destinato a Paesi come Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Svizzera e Spagna. Crescita a doppia cifra anche per l'export del latte italiano: nel 2017 sono stati 73 milioni i litri venduti all'estero, per un controvalore di 44 milioni di euro, il 30% in più rispetto al 2016. Il primo acquirente è la Libia mentre sempre più importante è la Cina.

Situazione opposta sul mercato interno, dove non si ferma il calo delle vendite del latte alimentare. Tra le cause individuate da Assolatte ci sono "gli assurdi pregiudizi figli delle fake news" che circolano sulla rete, ma anche "i nuovi stili di vita che tendono a ridurre i momenti di consumo".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA