Agnello sardo Igp, prodotti negli hotel e nuovi tagli carne

Alleanza tra Consorzio tutela, Università e Federalberghi

Redazione ANSA SASSARI
(ANSA) - SASSARI, 6 FEB - Triplice alleanza per rilanciare l'agnello sardo Igp sul mercato italiano e internazionale.

L'intesa è stata siglata a Sassari fra il presidente e il direttore del Consorzio dell'agnello di Sardegna Igp (Contas), Battista Cualbu e Alessandro Mazzette, i rappresentanti del Dipartimento di Agraria dell'Università sassarese, Giuseppe Pulina e Anna Nudda, e il presidente di Federalberghi Sardegna, Paolo Manca.

Il primo progetto prevede la sperimentazione di nuovi tagli e nuove tecniche di conservazione del prodotto che consentiranno all'agnello sardo Igp di proporsi sul mercato internazionale per tutto l'anno, superando una stagnazione delle vendite, che attualmente interessa in particolare i mesi di gennaio e febbraio, e che ogni anno costa agli allevatori isolani quattro milioni di euro di mancati incassi. Il secondo progetto attiva una collaborazione fra Contas e gli albergatori per offrire nei ristoranti delle strutture ricettive isolane i nuovi prodotti di agnello Igp.

La sperimentazione di nuovi tagli sarà portata avanti da Contas e dal Dipartimento di Agraria, partendo da 300 mila capi ovini acquistati dal Consorzio al prezzo base di 3,5 euro il chilogrammo. Ricorrendo a dei tagli che consentiranno di utilizzare tutte le parti dell'agnello, saranno messe a punto due tecniche di congelamento e confezionamento del prodotto da immettere subito sul mercato. Con una verrà congelato il prodotto crudo, con un'altra il prodotto precotto arrosto, in grado poi di arrivare a fine cottura e quindi a tavola in soli 20 minuti. Tutto questo mantenendo inalterate le proprietà organolettiche della carne.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA