Rita Pavone, W la pizza col pomo pomodoro, grande e meritato il riconoscimento Unesco

Da oggi non c'è n'è per nessuno, ne' per tedeschi ne' americani

Redazione ANSA

- TREVISO - A far gli auguri ai pizzaiuoli napoletani, la cui Arte è entrata stanotte nella lista dei beni immateriali patrimonio Unesco, è anche Rita Pavone, la regina de "La Pappa al pomodoro", altro emblema della Dieta Mediterranea insieme al pane, celebrato oggi con la partecipazione della Pavone appunto e dello chef Andy Luotto insieme a tanti maestri della pittura e del fumetto a Godega di Sant'Urbano/Treviso), in occasione della presentazione del libro "Una storia buona come il pane, forse di più" di Giuseppe Da Re, il fondatore de "i Bibanesi", i panetti in voga tra i sommelier e nelle mostre d'arte.

"Sono felice per questo riconoscimento ai nostri artigiani della pizza - ha detto Rita Pavone - ora non ce n'è più per nessuno: pachistani, cinesi, e americani. Alla nostra pizza arriva un grande riconoscimento, meritato che valorizza la parte gastronomica dell'Italia". Per la cantante "Andiamo a farci una pizza è uno stile di vita che appartiene a tutti noi italiani e alla nostra cultura della convivialità e del benessere. E da oggi è ben chiaro che la pizza appartiene a noi italiani".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA