Nell'olio extra vergine "la qualita' ha un cuore freddo''

Da Vinoforum e Consorzio Ceq appello per gestione salva-prodotto

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 12 GIU - Il buio e il freddo sono amici dell'olio extra vergine, e i ristoratori devono saper conservare, gestire e utilizzare al meglio le proprietà di un alimento tanto salutare. E' l'appello emerso a "La qualità ha un cuore freddo", iniziativa che il Consorzio di Garanzia degli oli extra vergini di alta qualità Ceq e Vinòforum hanno lanciato ieri sera durante l'omonima manifestazione romana che, dal 3 giugno a stasera, ospita gli amanti della buona tavola. "Produrre un extra vergine di qualità richiede molta professionalità e attenzione in campo e in frantoio e soprattutto la disponibilità ad accettare rendimenti più bassi, anticipando la raccolta, in nome di una qualità nutrizionale elevata" ricorda il Ceq. Tuttavia "produrre bene non è sufficiente" osserva Ceq "perché il tempo consuma la parte più nobile e preziosa del prodotto. Luce, ossigeno e temperatura non idonea trasformano un extra vergine di alta qualità in uno banale, quando non mediocre, fino a declassarlo alla categoria inferiore, tanto più velocemente quanto più intensa è la sua esposizione". Da qui il lancio un modo nuovo di conservare l'extra vergine in un primo nucleo di ristoranti romani.

"Cerchiamo ristoratori virtuosi - conclude il Consorzio - che vogliono collaborare con noi e aggiungersi al primo nucleo di ristoranti romani che hanno deciso di mantenere integro per i loro clienti, il patrimonio di antiossidanti che i produttori sono riusciti ad ottenere". Dalla prossima settimana, nella capitale, presso Iodio Fish Restaurant, Osteria di Monteverde, Osteria 140, Lola al Villa Flaminia, Urbana 47, Casette di Campagna, il Bacocco e il Pigneto 1870, sarà possibile incontrare tre varietà di extra vergini italiani conservati al buio e al fresco in bottigliette scure da 100 ml, secondo il protocollo Ceq e consigliati in abbinamento alle proposte degli chef.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA