ANSAcom

Biglietti a 5 euro online, servizio navette tra le 3 sedi

Alla biglietteria ingresso a 10 euro, abbonamenti a 20

ANSAcom

TORINO - Le principali sedi dell'edizione 2018 di Terra Madre Salone del Gusto sono Lingotto Fiere, sede del mercato italiano e internazionale), piazza CAstello, dove saranno allestite enoteca e food truck e Nuvola Lavazza, che ospiterà i Laboratori del Gusto.

BIGLIETTI A 5 EURO ONLINE - Il biglietto di ingresso per il Salone del Gusto costa 5 euro (più 1 euro di prevendita) se acquistato online (fino al 18 settembre) e 10 (5 per i soci Slow Food) se comprato direttamente in biglietteria. Ma c'è anche il biglietto ridotto a 5 euro, per i 'visitatori serali', da giovedì a domenica, dalle ore 18. E' possibile anche scegliere l'abbonamento online da 20 euro (con 2,50 euro di prevendita) che garantisce l'accesso per tutti i cinque giorni dell'evento. Per le scolaresche il costo è di 1,50 euro a studente più 1,50 euro ad accompagnatore. Ingresso gratuito per bambini da 0 a 12 anni, over 70 e persone con disabilità.
ORARI - Il Mercato italiano e internazionale al Lingotto Fiere sarà aperto dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 21.30 e il lunedì dalle 10 alle 19, mentre le cucine di strada e i birrifici, allestiti nel cortile di fronte all'Oval, saranno aperti dalle 11 alle 24 da giovedì a domenica e dalle 11 alle 19 il lunedì. L'Enoteca e i Food Truck in piazza Castello saranno aperti dalle 12 alle 24 da giovedì a domenica e dalle 12 alle 19 il lunedì.

NAVETTE - I collegamenti tra le sedi ufficiali della manifestazione sono garantiti da un servizio di navette messe a disposizione da Cnh Industrial con il marchio Iveco Bus. I mezzi, a basso impatto ambientale, partono da Lingotto Fiere (lato via Nizza) e raggiungono piazza Castello e Nuvola Lavazza.

INCASSO PER TERRA MADRE E AFRICA - Al netto dei costi di gestione della biglietteria, l'incasso verrà utilizzato per sostenere i costi legati alla presenza dei delegati della rete di Terra Madre e per finanziare progetti della rete Slow Food in Africa.

In collaborazione con:
Slow Food

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: