Trovato il gene stacanovista che riempie i fiori di petali

Grazie a mutazioni, studio italiano su rose, garofani e petunie

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 13 FEB - Se rose, garofani e petunie hanno molti petali, il merito è del loro Dna e, in particolare, di un gene troppo stacanovista. Lo dimostra lo studio, tutto italiano, pubblicato sulla rivista Journal of Experimental Botany dai ricercatori dell'Università Statale di Milano, coordinati da Laura Rossini, dell'Istituto di biologia e biotecnologia agraria del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ibba-Cnr), guidati da Stefano Gattolin, e del Parco tecnologico padano di Lodi.

I botanici hanno studiato, grazie all'analisi di alcune banche dati online del Dna di diverse piante, diverse mutazioni simili.

Hanno, così, scoperto che alterazioni di un gene chiave dello sviluppo del fiore ne modificano la regolazione, in modo da farlo lavorare più a lungo fino ad avere un'abbondanza di petali. "È stato sorprendente - precisa Gattolin - analizzare uno a uno i geni e ritrovare mutazioni analoghe nella rosa Rugosa, nei garofani e nelle popolari petunie doppie, quelle cioè con un numero aumentato di petali", ha spiegato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie