Protocollo d'intesa Università Tuscia e allevatori bovini

Su gestione sostenibile allevamenti e certificazione delle carni

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Formazione tecnica, azioni di divulgazione rivolte ad allevatori e incontri con i consumatori sui temi dell'ottimizzazione della gestione sostenibile degli allevamenti. E' quanto prevede il protocollo d'intesa firmato in questi giorni tra il Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (Dafne) dell'Università degli Studi della Tuscia ed Anacli (Associazione Nazionale Allevatori delle Razze Bovine Charolaise e Limousine).

Anacli, annuncia in una nota, organizzerà corsi per il conferimento del titolo di esperti di razza Charolaise e Limousine rivolti a studenti laureandi o laureati indicati dall'ateneo viterbese. I corsi avranno l'obiettivo di formare nuovi esperti per effettuare le valutazioni morfologiche dei bovini presso gli allevamenti iscritti o di nuova iscrizione al Libro Genealogico. Ad alcuni allievi verrà data anche la possibilità di affiancare personale che già collabora con l'Associazione di Razza per acquisire la corretta competenza tecnico-pratica, di frequentare corsi di aggiornamento ed omogeneizzazione e di effettuare le valutazioni morfologiche sul tutto il territorio Nazionale. Anacli, inoltre, consentirà a studenti del Dafne di svolgere presso le proprie strutture attività di tirocinio pratico-applicativo.

Il protocollo, infine, prevede anche l'attivazione di processi per la certificazione della produzione delle carni bovine degli associati Anacli in tema di benessere animale, impatto ambientale, sostenibilità e biodiversità degli allevamenti, in modo da avvicinare i consumatori al mondo zootecnico e per far meglio comprendere alla collettività le sinergie attivate nella produzione della carne.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA