Florovivaisti europei, in arrivo Passaporto delle piante

Meeting in Liguria per condividere strategie e buone pratiche

Redazione ANSA
(ANSA) - Un passaporto delle piante e la brevettazione dei processi biologici. Sono stati i temi principali al Winter Meeting del Gruppo "Fiori e Piante" del Copa-Cogeca - il principale gruppo di interesse degli agricoltori e delle cooperative presso l'Unione europea - che si è concluso oggi ad Albenga (Savona). Una tre giorni che ha visto il Ponente ligure al centro dell'attenzione di addetti ai lavori, politici e istituzioni responsabili delle politiche agricole comunitarie con lo scopo di condividere strategie e buone prassi per il comparto. Ad organizzare il meeting, Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura e ACI-Alleanza delle Cooperative Agroalimentari.

Un vertice particolarmente utile, soprattutto, per conoscere le buone prassi da prendere ad esempio rispetto a problemi comuni alle aziende agricole di tutta Europa. A cominciare dall'adozione, ormai imminente, del Passaporto delle piante: "Abbiamo preso accordi per condividere le soluzioni che ogni Paese sta adottando in vista dell'entrata in vigore della nuova normativa, prevista per il prossimo 14 dicembre - spiega Mariangela Cattaneo, vicepresidente del Gruppo di lavoro "Fiori e Piante" Copa-Cogeca - Momenti di incontro come questo sono sempre importanti, perché consentono di confrontare esperienze e culture diverse".

Altro tema importante toccato in questi giorni - informano Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura e ACI-Alleanza delle Cooperative Agroalimentari - è stato quello dei processi biologici e dei relativi brevetti connessi alla realizzazione di varietà ottenute con le tecniche di miglioramento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA