Latte: Coldiretti, pastori sardi domani a Montecitorio

"Le remunerazioni offerte sono indegne e offensive"

Redazione ANSA CAGLIARI
(ANSA) - CAGLIARI - "Le remunerazioni offerte non sono solo indegne e offensive per i pastori ma anche illegali perché le norme sulla concorrenza vietano 'qualsiasi comportamento del contraente che, abusando della propria maggior forza commerciale, imponga condizioni contrattuali ingiustificatamente gravose, ivi comprese, ad esempio qualsiasi patto che preveda prezzi particolarmente iniqui o palesemente al di sotto dei costi di produzione'". Lo denuncia la Coldiretti nel sottolineare i contenuti dell'art.62 della legge 1 del 2012 "nato proprio per combattere speculazioni e pratiche sleali".

L'argomento sarà affrontato domani dalle 9.30 davanti a Piazza Montecitorio con un delegazione di pastori sardi "ospitata per far conoscere alle Istituzioni nazionali la tragedia del latte di pecora sottopagato alla manifestazione della Coldiretti".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA