Un pic nic per sostenere Alte Terre colpite dal sisma

Nasce Consorzio Salariaè, rete imprese Valle del Velino-Amatrice

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Un gustoso pic nic nell'Alta Valle del Velino e nelle Terre di Amatrice per godere di paesaggi montani e del refrigerio del Tronto e laghetti in quota, scoprendo la cultura dei pastori transumanti e l'autentica ricetta della pasta all'amatriciana, per sostenere la ripartenza delle aziende agrituristiche, i microbirrifici e gli allevatori colpiti dal sisma. Con il format ''la natura su misura'' arriva un invito a gite in territori inesplorati dal neonato Consorzio Salaria, una rete di imprese che attualmente coinvolge 21 aziende del comparto agricolo.

''Proponiamo - ha detto il presidente del Consorzio Salariaè, Emidio Gentili - un'area di pic-nic di oltre 600 km quadrati, facilmente raggiungibile da Roma, ma anche dalla Toscana, Umbria, Marche e Abruzzo. Una zona di rara bellezza con chiese affrescate, la villa di Vespasiano, manieri federiciani, risparmiati dal terremoto del 2016 e ora da rilanciare per turisti amanti della buona tavola e della natura. A questo aggiungiamo una cucina che, dall'Amatriciana alla Gricia, passando per formaggi, salumi, confetture e le altre eccellenze di questa area, fa del nostro territorio un unicum conosciuto e apprezzato nel mondo. L'idea - conclude il presidente Gentili - è quella di offrire a ognuno una gita fuori porta personalizzata, invitando anche a soggiornare nelle strutture dei 10 Comuni coinvolti nel progetto con le loro piccole frazioni, vale a dire Amatrice, Cittareale, Accumoli, Castel Sant'Angelo, Posta, Cittaducale, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino e Micigliano. Tra le scoperte possibili, anche la capacità affabulatoria di cantori-pastori che recentemente a Torino in una gara di poesia estemporanea hanno surclassato giovani rapper, e ci hanno aiutato a superare traumi del sisma esaltando in versi la solidarietà di ogni dove''.

Tra i motori della solidarietà i fratelli Maurizio e Sandro Serva del ristorante La Trota di Rivodutri (Rieti), due stelle Michelin, che hanno coinvolto chef dell'associazione 'Gli ambasciatori del gusto', da ultimo Carlo Cracco, nel progetto Fare Formazione 2018 con l'obiettivo di raccogliere fondi per sostenere il prossimo ciclo di lezioni al Centro Alberghiero di Amatrice.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: