Dopo Marocco, boicottaggio latte passa ad Arabia Saudita

Presa di mira società leader prodotti caseari per aumento prezzi

Redazione ANSA
(ANSAmed) - RABAT, 6 LUG - La protesta e il boicottaggio contro l'aumento del prezzo del latte e dei prodotti caseari si estende: dopo il Marocco tocca all'Arabia Saudita che prende di mira 'Almanrai', il marchio leader del latte in Medio Oriente.

Il 2 luglio, all'improvviso, latte e yogurt aumentano di prezzo con un balzo che, a seconda dei prodotti, varia dal 5 al 9 per cento in più. Un prezzo, garantisce la società che "si allinea con l'aumento dei costi di produzione legati a energia, trasporti, importazione di foraggio e mano d'opera". I consumatori sauditi però non hanno apprezzato le scuse giudicate "pretestuose, per nulla chiare e senza dettagli". Il boicottaggio diffuso in Rete con l'hashtag #lascialomarcire in pochi giorni ha già ottenuto come risultato quello di far perdere qualche punto percentuale alla società 'Almanrai' quotata in borsa. (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA