Donne in Campo e Anp-Cia, va praticato il rispetto di tutti

Il 25 novembre agricoltrici e pensionati per cultura della vita

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 NOV - La violenza sulle donne è il frutto di una cultura della sopraffazione che si esprime in molti modi: dal non rispetto per gli anziani alla violenza contro la natura e i sistemi viventi del pianeta. Lo affermano Donne in Campo e Anp, le associazioni delle donne e dei pensionati promosse dalla Cia-Agricoltori Italiani, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall'Onu il 25 novembre. Donne in Campo e Anp-Cia sottolineano che "la violenza sulle donne è il frutto della cultura della morte contro la cultura della vita, della rottura degli equilibri e della logica della sopraffazione che oggi mette in pericolo la convivenza pacifica e gli equilibri naturali del pianeta. E' necessario coltivare una filosofia sostenibile che porti a un cambio di ottica arrivando alla radice del problema".

Donne in Campo e Anp invitano perciò i cittadini a rifiutare tale logica e a diffondere un'autentica pratica di rispetto per tutti, superando la dicotomia debole/forte e valorizzando le persone come protagonisti, alla ricerca di un equilibrio per la vita, per la sostenibilità, per un futuro di pace e serenità.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA