Sempre più sostenibile il cotone usato dalle aziende globali

Wwf, progressi fatti ma molte aziende non badano all'ambiente

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 3 OTT - Aumenta l'uso di cotone proveniente da piantagioni sostenibili da parte di grandi aziende internazionali, ma accanto alle eccellenze ci sono brand che registrano progressi non ancora sufficienti e molti altri che non badano alla sostenibilità. Il quadro emerge dal rapporto "Sustainable Cotton Ranking 2017", realizzato dal Pesticide Action Network UK insieme a Solidaridad e Wwf.

L'indagine ha preso in esame 75 tra le maggiori aziende che utilizzano cotone, e ha incornato le prime cinque come "apripista". Al primo posto della classifica c'è il colosso dell'arredamento Ikea, seguito dalla catena tedesca di caffetterie Tchibo, nota per le offerte settimanali di abbigliamento, elettronica e oggetti per la casa, e dalla multinazionale britannica d'abbigliamento Marks & Spencer. Seguono il brand dell'abbigliamento olandese C&A e quello svedese H&M.

Dopo il quintetto di testa si trovano otto aziende definite "sulla buona strada", tra cui Adidas, Nike e Levi's, e 18 brand che hanno iniziato un percorso di sostenibilità. La maggior parte delle società analizzate (44), tuttavia, non è attiva su questo fronte ambientale.

In base al rapporto, sono cresciute le aziende impegnate sul tema rispetto ai dati 2016, ma soltanto 11 imprese sono effettivamente in linea per il raggiungimento del 100% di cotone sostenibile entro il 2020 e, in generale, l'approvvigionamento di cotone sostenibile risulta comunque relativamente basso.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA