'Mi sono mangiato il mondo', viaggio fotografico di chef Rubio

Presentazione del libro a Roma.Oltre 150 scatti in diversi Paesi

Redazione ANSA

Un viaggio fotografico tra storie, persone e cibo. Un racconto personale, in oltre 150 scatti, per 'assaggiare' cibi di strada e raccontare luoghi, culture, popoli. E' 'Mi sono mangiato il mondo' di chef Rubio, in libreria dal 22 maggio con la casa editrice Rizzoli.

"Sono estratti di quello che ho visto nei viaggi che ho fatto negli ultimi anni in paesi come Pakistan, Vietnam e Brasile. Si tratta di momenti che ho voluto fermate" spiega chef Rubio, al secolo Gabriele Rubini, in occasione della presentazione del libro a Roma. Una raccolta che ripercorre itinerari dalle favelas ai grattacieli, dai banchi di un mercato di notte ai bambini in un fiume affollato, ma anche tra combattimenti di galli ed essiccature di alghe, tra gechi alla griglia e le "pesche più buone del mondo", per "guardare negli occhi tanto la sofferenza quanto l'amore".

"Sono foto umane - aggiunge chef Rubio - con persone con cui ho avuto a che fare anche solo per pochi minuti. Raccontano dal disagio alla bellezza. Le persone mi associano solo al cibo, ma non è così".

A moderare la presentazione il giornalista Daniele Piervincenzi, amico di vecchia data di chef Rubio e in passato anche compagno di squadra di rugby. "Quello che sei in campo sei anche nella vita - ha detto Piervincenzi - lo spirito di sacrificio,

l'altruismo nei confronti della squadra lo porti anche fuori dal campo. Questo è il nostro punto di incontro. Poi nella vita lo abbiamo declinato in modi diversi, io da giornalista raccontando gli ultimi, lui cucinando o fotografandoli".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: