Riso: blitz Ciocca in Cambogia, niente dazi e niente diritti

'Paese non rispetta regime Eba, contadini come schiavi'

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO - Blitz dell'europarlamentare della Lega, Angelo Ciocca, in Cambogia per verificare se viene applicato il regime Eba, sigla che vuol dire Tutto eccetto che armi, che consente di avere dazi zero nell' importazione nella Ue da Paesi emergenti in cambio del pieno rispetto dei diritti umani. Ma in un dossier, corredato da foto, il politico denuncia: "è una truffa, un vergognoso dumping sociale: redditi e condizione da fame dei contadini e scarsissima qualità del prodotto che arriva in Italia a un costo più basso del nostro alimento mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro". "Le agevolazioni dovrebbero permettere di reinvestire risorse per lo sviluppo, migliorare le condizioni dei lavoratori ed aumentare i livelli di democrazia. Nulla di questo accade - denuncia Ciocca -. Nelle risaie cambogiane ho documentato le pessime condizioni degli agricoltori, sembrano schiavi, che utilizzano prodotti vietati per la coltivazione di riso in Italia e lo fanno senza le minime misure di sicurezza".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: