Casa Bianca ordina 4.300 bottiglie di Primitivo pugliese

Stefàno, premio a valorizzazione vigneti. Mongiello, enorme spot

Redazione ANSA

BARI - Ordine di circa 4.300 bottiglie di primitivo dalla Casa Bianca alle Tenute Chiaromonte di Acquaviva delle Fonti (Bari): esultano i parlamentari pugliesi Dario Stefàno e Colomba Mongiello, rispettivamente della commissione agricoltura di Senato e Camera.

L'ordine della Casa Bianca riguarderebbe 720 casse da sei bottiglie ciascuna di vari vini: tra questi il Mascherone, Primitivo Igt Puglia e il Muro Sant'Angelo Contrada Barbatto, Primitivo doc Gioia del Colle. "E' il premio a quanto abbiamo realizzato negli scorsi anni in Puglia, quando abbiamo scelto di scommettere sul recupero e sulla valorizzazione dei nostri vitigni e sulla vinificazione di qualità", spiega Stefàno, capogruppo in commissione Agricoltura ed ex assessore alle risorse agroalimentari della Puglia. "Oggi con questo vino, e grazie all'ottimo lavoro dei produttori - dice - scaliamo le vette nel mondo, conquistiamo importanti riconoscimenti e siamo arrivati a raggiungere luoghi e palati impensabili".

"Il primitivo di Puglia entra nella cantina della Casa Bianca e rafforza la sua missione di ambasciatore di tutto il buono e il bello della nostra terra" - rimarca Mongiello - secondo la quale "l'enorme e gratuito spot pubblicitario al vino pugliese testimonia la qualità raggiunta dalle nostre produzioni vitivinicole"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA