su Xylella voto rinviato a ottobre, ma accolte richieste Italia

Tra le misure discusse la tutela degli olivi monumentali

Redazione ANSA BRUXELLES

- BRUXELLES - Il disaccordo tra alcuni Paesi su nuovi controlli nei vivai e la necessità di verifiche da parte dei servizi giuridici della Commissione europea hanno fatto rinviare il voto del comitato Ue per la salute delle piante, atteso per oggi, che avrebbe modificato la decisione Ue sulle misure di contrasto alla diffusione della Xylella.
Tuttavia, a quanto apprende l'ANSA, c'è l'accordo sulle misure chieste dall'Italia, come il via libera al reimpianto in Salento di varietà d'ulivo tolleranti al batterio e la possibilità di non abbattere gli alberi secolari sani nel raggio di 100 metri attorno alle piante malate nella fascia di eradicazione. La prossima riunione del comitato è in programma per il 18 e 19 ottobre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA