Ogm: Europarlamento a esecutivo Ue, stop a tre semi soia

Contestati procedura autorizzazione e uso erbicida

Redazione ANSA STRASBURGO
(ANSA) - STRASBURGO, 03 FEB - Nuovo scontro fra Europarlamento e Commissione europea sul fronte degli ogm.

L'Assemblea di Strasburgo, con un voto di valore prettamente politico, chiede all'esecutivo Ue di ritirare tre autorizzazioni per l'utilizzo di soia geneticamente modificata resistente agli erbicidi in alimenti e mangimi. I tre ogm nel mirino sono FG72, MON 87708 x MON 89788 e MON 87705 x MON 89788, per i quali gli eurodeputati hanno approvato tre obiezioni separate, tutte presentate da Bart Staes (Verdi), Sirpa Pietikainen (Ppe), Guillaume Balas (S&D), Lynn Boylan (GUE/NGL, IE) e Eleonora Evi (M5S/EFDD).

"Non possiamo sostenere l'attuale proposta della Commissione europea di autorizzare tre nuovi semi di soia ogm che sono resistenti ad alcuni erbicidi, come il glifosato: potrebbero incoraggiare l'uso di un pesticida che può causa il cancro e avere gravi effetti sulla salute" - commenta il portavoce dei socialisti per l'ambiente, il tedesco Matthias Groote, alimentando la diatriba a livello scientifico fra l'Autorita' della sicurezza alimentare europea (Efsa), che lo ritiene 'probabilmente non cancerogeno', e i ricercatori che sostengono invece uno studio dell'Oms che lo classifica invece come 'probabilmente cancerogeno'. Con un voto trasversale, l'Europarlamento contesta il fatto che la procedura di autorizzazione degli ogm da parte della Commissione europea, a causa del mancato raggiungimento della maggioranza qualificata fra gli Stati membri ormai sia di fatto la regola, di conseguenza l'esecutivo Ue dovrebbe presentare una nuova proposta per superare l'impasse. (ANSA)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA