La vera 'dieta' è stata inventata da Ippocrate

Docente, e l'aggettivo 'mediterranea' l'ha coniato un americano

Redazione ANSA

Il concetto di "dieta" come modello di mangiare salutare abbinato al benessere psico-fisico, apparentemente molto moderno, risale invece - con Ippocrate - all'antica Grecia. E quello di "dieta mediterranea" non e' nato in Italia ma e' stato coniato da un biologo e fisiologo statunitense. E' quanto ha ricordato una docente universitaria in un seminario sull'educazione educazione nutrizionale organizzato questa settimana nell'ambasciata d'Italia a Berlino nel quadro della quarta Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Introducendo un contributo di alto contenuto scientifico, Silvia Migliaccio, professore associato dell'Universita' degli Studi di Roma 'Foro Italico' e segretario della Societa' Italiana Scienze Alimentazione ha fornito anche due curiosita' eziologiche ricordando ad esempio che la parola dieta (diaita) nell'accezione piu' completa del termine e' stata usata per la prima volta da Ippocrate di Cos, il medico, geografo e aforista greco antico considerato il padre della medicina. La sua concezione era di un "equilibrio", gia' molto moderno, fra cosa si mangia, l'attivita' fisica e benessere psicologico.

Un elemento, quest'ultimo, che "enfatizza" il ruolo dell'ospitalita' e del mangiare insieme, ha sottolineato la docente parlando al workshop organizzato dall'ambasciata in collaborazione, tra gli altri, con la Regione Emilia Romagna e inserito in una due-giorni di manifestazioni che hanno incluso anche eventi culturali e cinematografici, degustazioni e master classes. Altra curiosita' ricordata da Migliaccio e' il fatto che il primo studioso a parlare di "dieta mediterranea" non e' stato un italiano ne' un europeo, ma un americano: Ancel Keys, in uno studio pubblicato nel 1968 sul perche' in paesi poveri come quelli mediterranea del secondo dopoguerra la longevita' fosse superiore a quella nei benestanti Stati Uniti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA