La filiera alimentare italiana scende in campo contro lo spreco

Progetto co-finanziato da programma Life volto a sensibilizzare

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Proseguono anche quest'anno, in vista della giornata nazionale contro lo spreco alimentare del prossimo 5 febbraio, le iniziative nell'ambito di Life-Food.Waste.StandUp, il progetto co-finanziato dal programma Life 2014-2020 volto a informare e sensibilizzare sul tema delle eccedenze alimentari e promosso da tutta la filiera alimentare italiana (Federalimentare capofila, Federdistribuzione, Fondazione Banco Alimentare Onlus e Unione Nazionale Consumatori). Per farlo, Life-Food.Waste.StandUp, che coinvolge oltre ai partner del progetto anche le aziende produttive e distributive, propone di nuovo una grande campagna di sensibilizzazione attraverso una serie di iniziative digital e social, tutte pubblicate sulla pagina dedicata alla Giornata nazionale antispreco (http://bit.ly/iorecupero19).

In particolare, per il 5 febbraio è previsto una survey dedicata a tutti i consumatori. L'indagine verterà su come ognuno di noi contrasta lo spreco alimentare e ogni consumatore sarà chiamato a scrivere suggerimenti e consigli sul tema. Le idee migliori saranno pubblicate sul sito come "Best practices".

Sarà anche riproposta la sfida in cucina su come preparare piatti sfiziosi con ciò che troviamo in frigo o in dispensa, fotografarli e condividerli sui social con l'hashtag #iorecupero. Continua così il progetto di filiera multitarget (aziende agro alimentari, distribuzione moderna organizzata e consumatori,) che mira a coinvolgere circa 20.000 imprese italiane agroalimentari, 12.000 punti vendita (diretti e in franchising) e 1.500.000 consumatori nella campagna di sensibilizzazione anti-spreco alimentare. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: