Allevare le galline una moda fra i vip, a Trento una rassegna

Ornamentali e buone uova, Gisele Bündchen le tiene in giardino

Redazione ANSA MILANO

- MILANO - Da quando è diventata una moda e non poche celebrità dichiarano di tenerle in giardino, come l'attrice Tiffany Tissens (Bayside School, White Collar) o la top model brasiliana Gisele Bündchen, aumentano gli allevatori di galline, in particolare delle cosiddette razze ciuffate, polli ornamentali caratterizzati da un gran ciuffo attorno alla testa e in alcuni casi anche da piume sulle zampe. Oltre 350 di questi esemplari allevati in Italia, si sfideranno domenica 22 ottobre a Trento per il secondo titolo nazionale delle più belle galline. "Si tratta di una miniaturizzazione delle razze grandi promossa soprattutto dagli olandesi a partire dalla seconda metà del Novecento", ha spiegato Enrico Cecchin, presidente del Club italiano di allevatori delle razze. Sono animali docili, che hanno come unico scopo quello di rallegrare il giardino e dare buone uova e i nomi di queste razze sono ovviamente consoni al loro 'status', Moroseta, Padovana dal gran ciuffo, Olandese ciuffata, Appenzeller Spitzhaube, Sulmtaler, Polverara. A Trento per la prima volta in Italia saranno presenti anche le Showgirl, una varietà di Moroseta dal collo nudo, e le Silkie americane che attrici come la statunitense Tori Spelling si portano a passeggio sottobraccio. "Gli allevatori di queste razze ornamentali stanno crescendo di anno in anno anche in Italia - dice Marcello Bertoli, vicepresidente del Club - anche se siamo molto distanti dai livelli degli altri paesi europei o degli Stati Uniti". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA