'Gente di lago', chef stellati cucinano pesci d'acqua dolce

All'isola dei Pescatori 2 giorni tra enogastronomia e ambiente

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO - Due giorni all'isola dei Pescatori, una delle 'perle' del lago Maggiore, tra ricette stellate, riscoperta di vecchie tradizioni e divulgazione scientifica. Il 6 e 7 ottobre nel lago Maggiore si tiene la 2/a edizione di 'Gente di lago e di fiume', promossa dall'omonima associazione e ideata dallo chef stellato Marco Sacco che proprio sul lago (di Mergozzo, nel VCO) ha costruito la sua fama. "Oggi le acque dei nostri fiumi e laghi sono nella maggioranza dei casi pulite, ma dobbiamo pensare anche al futuro, alla fragilità degli ecosistemi - ha spiegato Sacco - l'isola dei Pescatori è il luogo ideale per rappresentare il mondo dell'acqua dolce".

Domenica 6 ottobre la gastronomia di lago sarà preparata nelle 11 postazioni dei ristoranti dell'isola, firmate da chef locali e altri 'ospiti' di fama internazionale. Tra i dibattiti di lunedì 7 ottobre, il focus con 7 grandi chef dal titolo 'Dal lago al mare, le nostre acque si difendono anche con la cucina".

Gli chef di lago spiegheranno anche come la cucina può contenere l'invasione delle specie giunti da altri ambienti, come il gardon e il pesce siluro, incentivandone l'uso in cucina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA