Al Food Economy Summit 6 tavoli per cibo più sostenibile

Confronto tra mondo delle imprese e delle università

Redazione ANSA MILANO

Sei tavoli tematici per confrontarsi sulle sfide di oggi e di domani legate ad una filiera alimentare più sostenibile. Ad animarli e coordinarli, nel corso della prima giornata del Food Economy Summit, promosso dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli nell'ambito di Milano Food City, sono stati esperti del settore agroalimentare provenienti da diversi mondi, come quello delle imprese, delle università.

Ogni tavolo (modalità di produzione e di consumo, economia nell'industria agroalimentare, nuove e virtuose filiere, innovazione sociale, globalizzazione sostenibile) ha cercato di proporre innovazioni necessarie a nutrire il pianeta in modo sostenibile. Per rafforzare i piccoli produttori che coltivano in modo sostenibile, una delle proposte è quella di fare sistema e aggregazione a livello territoriale.

Anche il credito a questo tipo di agricoltura "deve crescere" e lo Stato ha "una parte importante", secondo chi ha preso parte ai tavoli. Non "basta informare", ma le persone devono essere messe nelle condizioni di attuare le proprie scelte: per questo una delle proposte è quella di introdurre un'etichetta digitale integrata per accompagnare tutti i cibi, per conoscere gli impatti sociali e ambientali del cibo che si mangia.
Infine la sostenibilità come scelta strategica delle aziende e come diritto che allarga quelli già esistenti. Nascerebbe così il diritto alla sostenibilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA