Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle"

Piatti creati pensando alla curiosità di chi studia gli astri

Redazione ANSA TORINO

TORINO - Sette chef stellati provano a interpretare, con i loro piatti, i pensieri, le scoperte e le visioni di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione dopo Enrico Fermi. L'insolito progetto, presentato al Circolo dei Lettori di Torino, si intitola 'L'infinita curisità. Un viaggio in compagnia degli chef'. Corre in parallelo alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo resterà aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze.

Gli chef Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Chistian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno ideato piatti ad hoc da inserire nei menu dei loro ristoranti. Tra questi 'L'insalata piemontese' di Baronetto, 'Cyber Egg' di Scabin, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano di Canavacciuolo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA