Pesca: Centinaio a Ue, troppo difficile accesso a contributi

Ministro, mi preoccupa la riduzione del budget del fondo europeo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Al Consiglio europeo dei Ministri dell'Agricoltura e della Pesca, che a Lussemburgo ha visto il debutto ai lavori del ministro italiano Gian Marco Centinaio, particolare rilevanza il tema della pesca e la tutela del reddito delle marinerie e operatori del comparto ittico.

"Mi preoccupa la riduzione del budget complessivo previsto nel Feamp, Fondo europeo per gli affari marittimi e delle pesca - ha detto Centinaio -. Inoltre vorrei conoscere quanto prima i criteri utilizzati per la chiave di ripartizione dei fondi all'interno dell'Unione, perché non mi sembrano adeguati alle necessità del nostro Paese, dove l'attività produttiva si svolge con sempre maggiore attenzione alla sostenibilità ecologica".

Gli aiuti alle flotte, sia per l'arresto definitivo che temporaneo, a giudizio del ministro "sono misure efficaci, ma i presupposti per accedere ai contributi sono troppo stringenti.

Consentire agli Stati membri di erogare gli aiuti del fondo secondo criteri più ampi e flessibili è coerente con la politica di tutela delle risorse che vogliamo impostare". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: