Carne a tavola senza bugie, consumi consapevoli per l'87%

Assocarne-Mipaaft, con campagna di informazione target centrato

Redazione ANSA ROMA

ROMA - L'87% degli italiani consumerà con più consapevolezza la carne bovina, l'83% si sentirà di consigliarla e il 95% sa che è uno degli assi della Dieta mediterranea. Questo dopo aver visto gli spot della campagna di informazione "La Stellina della carne bovina" lanciata a novembre scorso da Assocarni, sul consumo consapevole, sui suoi valori nutrizionali, sociali e ambientali. Realizzata da Rai Pubblicità e cofinanziata dal Mipaaft, la campagna è andata in onda su radio, tv, cinema e web con il formato di 'Lezioni di etichetta', con spot fruibili anche da persone sorde e cieche.

"Abbiamo centrato l'obiettivo di rendere i consumatori consapevoli dell'importanza della carne bovina italiana in una dieta equilibrata all'interno del modello della Dieta Mediterranea", ha detto il vice presidente di Assocarni, Luigi Scordamaglia, nel denunciare come questo alimento sia spesso al centro di un dibattito pubblico distorto da mezze verità o da vere e proprie fake news.

Dall'indagine condotta a fine campagna emerge che il 48,6% mangia carne bovina 2 o 3 volte a settimana, con il 2,3% che non la mangia affatto. Per quanto riguarda l'efficacia dell'iniziativa sulla percezione del prodotto, secondo il 96% degli intervistati contiene proprietà nutritive (93% prima di aver visto lo spot), per il 90% contribuisce al benessere (contro l'83%), per il 95% rientra nella dieta mediterranea (contro l'83%) e infine l'84% ritiene che il consumo equilibrato faccia bene anche all'ambiente (contro il 65%). Positivo anche il giudizio sugli spot, di utilità sociale (86%), offre un servizio (85%) e innovativo ed eticamente responsabile (84%).

Una campagna considerata, infine, "credibile", che fa ricordare il prodotto all'83% degli intervistati, percepito come sicuro (82%) e di fiducia (81%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA