Tassa sulle bevande zuccherate, in Usa funziona

A Berkeley, dove è stata introdotta, calo del 52% in 3 anni

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 22 FEB - La tassa sulle bevande zuccherate gassate funziona. A Berkeley, in California, in tre anni il consumo si è ridotto del 52%. E' questo il risultato di uno studio dell'Università della California che ha notato come dal 2015 (il primo anno dopo l'introduzione dell'imposta, nel novembre 2014), i consumi si sono più che dimezzati. Nel solo 2015 il calo è stato del 21%. E' andata meglio, invece, per il consumo di acqua: in tre anni è aumentato del 29%. Il lavoro è stato condotto attraverso alcuni sondaggi che hanno rivelato un brusco calo nel consumo di bevande zuccherate a Berkeley tra il 2014 e il 2017. I residenti della vicina Oakland e di San Francisco, invece, hanno bevuto circa lo stesso numero di bevande zuccherate nel 2017 come nel 2014, suggerendo come questi cambiamenti fossero unici per Berkeley, città che aveva introdotto la tassazione dedicata. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: