I dolcificanti hanno effetti minimi e incerti sul peso

Le ricerche non mostrano prove forti di efficacia

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Non ci sono evidenze scientifiche forti di benefici dovuti all'uso di dolcificanti al posto dello zucchero. Lo afferma una revisione, svolta dalla Cochrane Foundation, degli studi pubblicati sul tema, e pubblicata dalla rivista Bmj.

I ricercatori hanno analizzato 56 studi diversi condotti in Europa sui possibili benefici su peso, glicemia, salute orale, tumori e altre patologie della sostituzione degli zuccheri con alternative meno caloriche. "In generale - scrivono gli autori -, i risultati mostrano che per la maggior parte degli esiti non ci sono differenze rilevanti dal punto di vista statistico o clinico tra chi è esposto ai dolcificanti, a diverse dosi, e chi non lo è".

Negli adulti ad esempio pochi studi suggeriscono piccoli miglioramenti nell'indice di massa corporea e nella glicemia, ma la solidità dei dati è scarsa. Un moderato apporto di dolcificanti, aggiungono gli autori, è associato a un aumento di peso leggermente minore rispetto a chi ne usa molti, ma in una misura di circa 100 grammi. Nei bambini invece non è stato osservato nessun effetto sull'indice di massa corporea. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA