Centinaio, con Alibaba accordo per tutela made in Italy

Settore sito ecommerce dedicato ad agroalimentare

Redazione ANSA

Un accordo con il gigante dell'ecommerce Alibaba per dedicare una parte del sito all'enogastronomia italiana verrà firmata dal ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, nell'ambito della prossima visita istituzionale in Cina. Lo ha annunciato oggi lo stesso Centinaio, intervenendo a
Sant'Ambrogio (Verona) all'inaugurazione della nuova sede del Consorzio vini Valpolicella.

"Vogliamo stringere accordi - ha detto Centinaio - con tutte le grandi aziende di ecommerce, come Amazon e Alibaba, dove l''italian sounding' vive e si autoriproduce, e andremo a scovare quelli che fanno l'italiano 'tarocco'. Con Alibaba ci sarà la possibilità di aprire una strada diversa all'agroalimentare italiano". Altri accordi, ha preannunciati Centinaio, riguarderanno anche il vino: "Siamo quelli che producono più vino in Europa - ha notato - ma nei mercati emergenti siamo lontani rispetto ai nostri competitor, come i francesi. Dobbiamo imparare da loro: nelle missioni all'estero andavano i parlamentari con gli imprenditori, con accordi già fatti, e hanno promosso il 'sogno' del vino francese. Oggi il nostro obiettivo è quello di recuperare rispetto a loro", ha concluso.

Rispondendo ai giornalisti che gli ricordavano l'annuncio fatto da Matteo Renzi due anni fa al Vinitaly di un accordo con il colosso cinese Alibaba, il ministro ha replicato che "io non sono Renzi, sono Gian Marco Centinaio, uno che non arriva dal  settore dell'agricoltura ma arriva dal turismo. Ho cercato immediatamente di tirarmi su le maniche, di attorniarmi di persone che l'agricoltura la conoscessero bene e meglio di me. Quindi sono uno che ascolta tanto. Inutile andare in giro a fare promesse di cose stravolgenti. Alla fine, poi, che cosa è rimasto di quel che ha promesso?", ha concluso.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA