Pronti i guanti che toccano il mondo virtuale

Grazie a sensori ricostruiscono le sensazioni del mondo reale

Redazione ANSA

Guanti leggerissimi permettono letteralmente di toccare gli oggetti del mondo virtuale: grazie a una rete di sensori, riescono a ricostruire le esatte sensazioni che si avrebbero nel mondo reale, consentendo a chi li indossa di prendere in mano oggetti virtuali e interagire con essi. Sono stati realizzati dal gruppo dell’Istituto di Scienza e Tecnologia della Corea guidato da Kahye Song, e sono descritti sulla rivista Scientific Reports.

I guanti, che possono adattarsi a diversi ambienti virtuali, si basano su due componenti fondamentali: i sensori, che seguono i movimenti delle mani e delle dita, e gli attuatori, meccanismi che rispondono con segnali fisici come la vibrazione e la pressione e che, a differenza di quelli sviluppati finora, riescono a fornire informazioni anche sulla forma di ciò che si ha in mano.


Prototipo dei guanti che permettono di 'toccare' gli oggetti virtuali (fonte: Song et al; Korea Institute of Science and Technology)

 

Quando chili  indossa muove le mani per afferrare un oggetto virtuale, per esempio un cavallo degli scacchi, i movimenti vengono percepiti dai sensori, che trasferiscono i dati via bluetooth a un programma informatico; quest’ultimo a sua volta ricostruisce su uno schermo i movimenti corrispondenti della mano virtuale.

Prendere in mano l’oggetto virtuale attiva infatti i meccanismi, facendo espandere l’aria contenuta nei guanti in silicone; questo provoca la sensazione di pressione sulle dita, dando l’impressione di avere davvero qualcosa tra le mani.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA