Cratos, il robot che assembla i satelliti

Nasce così la nuova costellazione Cosmo-SkyMed

Redazione ANSA

Si chiama Cratos, sa lavorare accanto agli esseri umani ed eseguire compiti diversi, come montare, incollare e ispezionare. E' il robot che sta assemblando il primo satellite della nuova generazione di Cosmo-SkyMed, il programma spaziale italiano per l'osservazione della Terra. Cratos e' al lavoro nello stabilimento de L'Aquila di Thales Alenia Space (Thales-Leonardo), che con Telespazio (Leonardo-Thales) ha realizzato il programma gestito dall'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e finanziato dai ministeri di Istruzione, Università e Ricerca, della Difesa e dello Sviluppo Economico.

''Il robot Cratos segna una nuova pietra miliare nella strategia globale di trasformazione digitale di Thales Alenia Space, agevolando la produzione e accelerando il time-to-market, integrando al contempo il lavoro delle persone oltre alle macchine automatizzate e alla realta' aumentata'', ha rilevato Donato Amoroso,amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia. ''Sono davvero orgoglioso - ha aggiunto - della nostra abilita' nel rispondere alle esigenze di un mercato in rapida evoluzione utilizzando tecnologie innovative e capitalizzando allo stesso tempo le capacita' dei nostri team''.

Cratos (Collaborative Robot Addressed To Operative Solution robot) esegue tutte le sue attivita' in sequenza, con una considerevole riduzione dei tempi di assemblaggio, e il primo controllo dei processi di integrazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA