Energia da 'matassine' di nanotubi

Il 'filato' la raccoglie quando viene attorcigliato

Redazione ANSA

'Filati' avvolti da nanotubi di carbonio che producono energia quando si allungano o si attorcigliano. E' il risultato ottenuto dal gruppo di ricerca coordinato da Shi Hyeong Kim, delle università di Hanyang, a Seoul, e del Texas a Dallas. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science.

Il nuovo cavo, chiamato twistron contribuirà sicuramente ad aprire nuove frontiere nel campo delle energie rinnovabili. Secondo i ricercatori, infatti, il 'filato hi-tech' potrebbe raccogliere energia direttamente dalle onde oceaniche o, se intessuto in una maglietta, dal movimento respiratorio di chi la indossa.



E queste sono solo alcune delle applicazioni possibili perchè, secondo i ricercatori, questo tipo di filati potrebbe essere usato ovunque sia disponibile una forma di energia cinetica. E' un risultato eccezionale se si considerano le misure infinitesimali di un nanotubo: il suo diametro è compreso tra un minimo di 0,7 milionesimi di millimetro (nanometri) e un massimo di 10 nanometri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA