L'Uomo vitruviano di Leonardo rivive in 3D

Svela i segreti dell'opera, dal triangolo 'fantasma' alle dita allungate

Redazione ANSA

I riccioli che ondeggiano, i muscoli nervosi che si contraggono, lo sguardo accigliato con le palpebre che sbattono: l'Uomo vitruviano di Leonardo prende vita in 3D per svelare i segreti di uno dei disegni più celebri della storia. Liberandosi dal foglio di carta che lo ha immobilizzato per oltre 500 anni, mostra la sua anatomia perfetta, le dita delle mani allungate ad arte e perfino l'esistenza di un triangolo 'fantasma' tra le sue gambe. Accade a Milano alla mostra 'Leonardo3 - Il Mondo di Leonardo', grazie ad una nuova installazione multimediale ad alta risoluzione che permette di scoprire le conoscenze e i 'trucchi' sfruttati dal genio rinascimentale per realizzare l'opera.



Vero e proprio 'manifesto' del canone proporzionale ideale del corpo umano derivato dagli studi di Vitruvio, l'uomo raffigurato da Leonardo da Vinci è talmente conosciuto da essere finito perfino sulle monete da un euro. "Eppure pochi sanno che nel disegno, oltre al cerchio e al quadrato circoscritti all'uomo, si nasconde anche un triangolo equilatero", spiega il curatore della mostra, Mario Taddei. Sebbene non disegnato in modo esplicito, il triangolo avrebbe "la sua base tra i piedi dell'uomo, mentre i lati obliqui sarebbero definiti dalle gambe aperte, come scrive lo stesso Leonardo nel testo". Se a prima vista il disegno può sembrare geometricamente perfetto, "in realtà non esiste alcuna relazione tra quadrato e cerchio. Inoltre - sottolinea Taddei - per fare entrare l'uomo nel quadrato, Leonardo lo ha perfino deformato un po', allungando le dita delle mani in modo innaturale".

L'installazione multimediale in mostra svela anche i segreti con cui l'artista armato di compasso e squadra di legno ha realizzato l'opera sul foglio di carta, “prima incidendo le linee con una punta metallica e poi ripassandole con matita e mallo di noce, per finire con l'acquerello che colora le ombre dei capelli”, precisa Taddei. Il corpo dell'Uomo vitruviano viene mostrato anche ai raggi X, in modo da osservare le minuziose conoscenze anatomiche che hanno reso perfette le figure umane raffigurate da Leonardo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: