I droni pronti a diventare irrinunciabili sui set del cinema

Grazie a una tecnica che rende più facile utilizzarli

Redazione ANSA

Dopo il debutto con Fast and Furious 7, The Wolf of Wall Street e Jurassic World, i droni sono pronti a diventare una presenza irrinunciabile sui set cinematografici grazie a una tecnica che rende più facile utilizzarli. Messa a punto dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e del Politecnico di Zurigo, la tecnica sarà presentata alla Conferenza Internazionale sulla Robotica e l'Automazione in programma a Singapore dal 29 maggio al 3 giugno.

Adesso le riprese fatte con i droni richiedono un'attenta pianificazione per evitare collisioni, necessitano inoltre di operatori separati per far volare i droni e gestire le telecamere, e hanno un inconveniente: i droni non riescono a riadattarsi velocemente alla scena e rischiano di perdere l'obiettivo da inquadrare in caso di movimenti repentini sul set. Per esempio se l'attore ''si gira improvvisamente di 180 gradi, il drone lo riprenderà di spalle'', ha rilevato Daniela Rus, del Mit. Con la nuova soluzione, ha aggiunto, se la persona si gira, il drone è in grado di modificare velocemente la traiettoria e tornare subito sul volto da inquadrare.

La chiave del sistema è un programma che calcola costantemente, 50 volte al secondo, le velocità delle persone in movimento sul set e prevede le loro posizioni di un secondo o due. Questo richiede un po' di tempo per calcolare traiettorie di volo ottimali ma evita collisioni e assicura che il drone possa conservare l'inquadratura anche quando gli attori si muovono.

Con il nuovo sistema, inoltre, il regista può pianificare tutti i dettagli della scena da riprendere: per esempio può impostare se riprendere il volto, il profilo, la figura intera oppure a tre quarti e questi parametri possono essere impostati per qualsiasi numero di attori o altri soggetti. Nei test, i ricercatori hanno utilizzato un drone a 4 motori e hanno ripreso scene che hanno coinvolto fino a tre persone. Per verificare la capacità del sistema di evitare le collisioni, i volontari hanno anche cercato di scontrarsi con il drone che ha sempre evitato l'impatto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA