Scoperta un'altra stella anomala, rispunta l'ipotesi delle strutture aliene

Come era accaduto con la Tabby Star

Redazione ANSA

Dopo la Tabby Star che negli ultimi anni ha fatto tanto discutere gli astronomi, è stata scoperta un'altra stella misteriosa, chiamata VVV-WIT-07, debole e decisamente bizzarra, vicino al centro della Via Lattea. Come era accaduto per la Tabby Star, anche per questa stella una delle ipotesi avanzate per le sue anomalie chiama in gioco la presenza di enormi costruzioni aliene. Descritta sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, la stella era stata scoperta nel 2012 grazie al telescopio Vista (Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy) dell'Osservatorio Europeo Australe (Eso), ma solo adesso le ragioni delle sue anomalie sembrano trovare una spiegazione.


Rappresentazione artistica della Tabby Star (fonte: NASA, JPL-Caltech)

 

La luce debole emessa da questa che stella anziana subisce drastiche oscillazioni, come quella osservata all'epoca della scoperta, quando la luminosità era scesa progressivamente per 11 giorni, per risalire improvvisamente nei 48 giorni successivi.[T]
Molto più verosimile dell'ipotesi di enormi astronavi aliene in orbita intorno alla stella è quella di grandi ammassi di polveri che oscurano temporaneamente la stella passando davanti al suo disco. La conferma che le cose stiano proprio così potrà arrivare nel 2019, quando gli astronomi prevedono una nuova serie di osservazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA