Venezia, astronauti sul red carpet in onore della Luna

Roberto Vittori e Paolo Nespoli per il documentario Lunar City

Redazione ANSA

Per la prima volta due astronauti sul red carpet della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia: dopo la presentazione del film First Man, Roberto Vittori e Paolo Nespoli guardano al futuro, facendo da padrini al documentario Lunar City, prodotto e diretto da Alessandra Bonavina e nato dalla collaborazione con la Nasa e l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Lunar City guarda al futuro, al ritorno dell'uomo della Luna e alla nascita della prima colonia lunare umana, ed è il secondo capitolo della trilogia che si concluderà con la prima missione umana su Marte. "La racconteremo con la realtà virtuale: ci potremo sedere accanto a un astronauta e partire verso Marte", ha detto all'ANSA Bonavina. "Il documentario sulla Luna - ha aggiunto - sarà pronto nel luglio 2019, per i 50 anni dallo sbarco sulla Luna".

L'esplorazione della Luna entusiasma e fa sognare anche i due astronauti dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), per i quali il passaggio sul red carpet è un'esperienza nuova e inaspettata, ma che vale la pena affrontare se, ha detto Nespoli, "se questo è utile a fare in modo che i ragazzi si concentrino sulla scienza" e magari decidano di diventare astronauti.

"Se passare sul red carpet di Venezia può aiutare a dare un'immagine positiva della scienza, lo faccio ben volentieri". Per entrambi la Luna è una grande opportunità per il futuro della Terra: "potrebbe diventare la zona industriale del pianeta Terra", ha detto Vittori, "un'occasione per reinventare il processo manifatturiero".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA