Rinviato di 24 ore il lancio di Aeolus, il cacciatore di venti

Per problemi meteo, ora è previsto alle 23.20 del 22 agosto

Redazione ANSA

Rinviato di 24 ore per problemi meteo il lancio del cacciatore dei venti, il satellite Aeolus dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Inizialmente previsto il 21 agosto dalla base di Kourou (Guyana francese), il lancio è stato rinviato alle 23,20 italiane del 22 agosto. Il satellite attende così la luce verde a bordo del razzo Vega, costruito in Italia dalla Avio.

   Il rinvio è dovuto ai venti in quota: "le condizioni del vento nell'atmosfera lungo la traiettoria del lanciatore sono tra gli elementi di sicurezza del volo presi in considerazione per ogni missione", rileva in una nota la società che gestisce i lanci, Arianespace. Sia il lanciatore Vega sia il satellite, realizzato dall'Esa con un gruppo di aziende europee guidato da Airbus Defense and Space, sono "in configurazioni stabilizzate e in condizioni di totale sicurezza - prosegue Arianespace - presso il Vega Launch Complex".

    Aeolus è il satellite tecnologicamente più avanzato mai progettato per l'osservazione della Terra: il suo strumento principale si chiama Aladin (Atmospheric LAser Doppler INstrument) e parla italiano. E' un lidar, ossia una sorta di radar che invia impulsi laser anziché radio grazie a un trasmettitore costruito in Italia negli stabilimenti della Leonardo a Campi Bisenzio e a Pomezia. Obiettivo della missione è raccogliere dati che permettano di ricostruire il profilo dei venti, la loro composizione e le altezze alle quali si muovono, la dinamica dell'atmosfera e le caratteristiche delle nubi, la composizione delle molecole e dell'aerosol, con le particelle e polvere e gocce di acqua nelle nuvole.Rinviato di 24 ore il lancio del cacciatore dei venti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA