Successo del primo test del motore per i futuri lanciatori europei

Costruito in Italia dalla Avio, destinato a Vega C e Ariane 6

Redazione ANSA

E' avvenuto con successo, nella base di lancio europea di Kourou (Guyana Francese), il primo test del motore P120 C, destinato ai futuri lanciatori dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Vega C e Ariane 6. Lo rende noto la Avio, azienda quotata alla borsa di Milano, che costruisce il motore nei suoi stabilimenti di Colleferro (Roma). Il P120 C è il più grande motore monolitico a propellente solido, costruito con una tecnica di filatura che consiste nell'avvolgere una fibra di carbonio intorno a una struttura.

"Il successo del test del P120C è un passo fondamentale nei programmi di sviluppo dei nuovi lanciatori europei Vega C e Ariane 6, in vista dei voli inaugurali, previsti rispettivamente nel 2019 e 2020", ha rilevato l'amministratore delegato di Avio, Giulio Ranzo. "Il P120C - ha aggiunto - è un grande risultato tecnologico per le sue prestazioni uniche, frutto di una radicale innovazione, combinata con oltre 30 anni di esperienza nella propulsione solida grazie alla cooperazione tra Avio e ArianeGroup".

Lungo 13,5 metri e con un diametro di 3,6, il motore P120 C pesa circa 8 tonnellate e ha una capacità di carico pari a 142 tonnellate di propellente. Negli oltre due minuti di tempo della combustione del propellente solido, è in grado di generare una spinta media che equivale a quella di 15 motori per aerei passeggeri di nuova generazione. Il P120C sarà utilizzato come booster nella configurazione dei lanciatori Ariane 62, la versione dell'Ariane 6 che prevede due motori P120C, e Ariane 64, la versione con quattro motori P120 C. Il motore sarà impiegato come primo stadio del nuovo lanciatore Vega-C. A regime, informa la Avio, si prevede una produzione di 35 motori all'anno nello stabilimento dell'azienda a Colleferro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: